FAQ

Quale microfono deve essere usato per la registrazione di suoni naturali (eventi acustici/suono ambientale)?

Tutte le versioni dell’OKM Classic sono adatte a questo scopo, in quanto sono le versioni con maggiore sensibilità. Durante la registrazione dei suoni naturali, il microfono deve registrare nel modo più accurato le impressioni acustiche che la persona ha durante la registrazione. La sensibilità della versione Classic è richiesta quando cerchiamo di registrare il canto degli uccelli, per esempio, poiché la persona che effettua la registrazione non è in grado di avvicinarsi come vorrebbe alla sorgente sonora. Nel caso di sorgenti sonore estremamente deboli e/o a distanze molto grandi, deve essere utilizzato il jack microfonico dell’apparecchiatura di registrazione. Nonostante questo, una certa quantità di distorsione del preamplificatore microfonico non può essere evitata (questo varia e dipende dal tipo di apparecchiatura utilizzata).

È necessario acquistare la versione completa, che include anche l’A3 adapter per questo scopo?

No, è sufficiente la “versione solo”, in quanto difficilmente viene raggiunta durante queste registrazioni la soglia di distorsione di 96 dB.

Come posso evitare il rumore del vento nelle registrazioni ambientali?

Soundman ha prodotto in collaborazione con Rycote GB un filtro anti-vento che si posiziona attorno alle orecchie, creando in questo modo una zona perfetta e con assenza di disturbi causati dal vento. È quindi possibile registrare con il filtro anti-vento Soundman senza rumori anche nel pieno di una tempesta.

Per quali registrazioni dovrei comprare la “versione completa”, la più costosa, che include anche l’ A3 adapter?

Quasi tutti gli apparecchi portatili per la registrazione sono dotati di un’alimentazione (T-feed) che fornisce al microfono 1.6 V di tensione. Tuttavia tale tensione è sufficiente solo per un volume di 105 dB. Per livelli di intensità superiori, il microfono va alimentato con una tensione più alta, che viene fornita dall’apposito adattatore.

A cosa corrispondono 105 dB?

Sono grossomodo il volume di uno strumento a fiato misurato alla distanza di 1 metro.

Sto avendo delle distorsioni sulla gamma bassa delle frequenze, anche se ho settato le giuste regolazioni (max. 0 dB)!

L’energia che viene fornita al microfono tramite l’alimentazione a 1.6 V del registratore portatile non è sufficiente per trattare i toni bassi. Deve essere utilizzato l’adattatore, e per fonti con volumi elevati deve essere scelta la versione “Rock”.

Il mio microfono non funziona con la mia attrezzatura di registrazione!

È molto raro, ma ci sono apparecchiature per la registrazione che non sono dotate di alimentazione per i microfoni (T-feed a 1.6 V – plug in power). In questo caso, deve essere usato l’A3 adapter sia per il jack microfonico che per il jack LINE-IN.

Posso utilizzare nell’ingresso di linea (LINE-IN) l’A3 adapter con microfoni differenti dall’OKM per le mie registrazioni?

Purtroppo no, perchè l’A3 adapter, secondo i nostri dati, funziona esclusivamente con i microfoni OKM, gli unici “Electret” che funzionano tramite il jack di linea.

Per quali utilizzi è stata creata la versione OKM Pop/AV, e in che modo si differenzia dalla versione Classic?

Tutti i microfoni OKM Pop/AV sono meno sensibili di 3 dB rispetto alla versione Classic, possono quindi sopportare pressioni sonore superiori di 3 dB rispetto al modello Classic; per registrazioni non distorte con pressioni sonore maggiori, è necessario l’utilizzo della versione “Rock”.

Cosa significa la dicitura “AV” in questa versione?

La tecnologia presente nelle nuove videocamere digitali pone molti utenti di fronte al problema di ottenere una qualità sonora equiparabile alla qualità dell’immagine. Dal momento che quasi tutte le videocamere digitali (tranne i modelli professionali) posseggono la gestione automatica del volume, questo causa problemi in particolare con microfoni molto sensibili come l’OKM Classic e soprattutto quando si riprendono sorgenti sonore ad alta dinamica. In questo caso va utilizzato il modello OKM II Pop/AV, meno sensibile, senza l’A3 adapter, purché sia presente l’alimentazione (T-feed) tramite il jack microfonico.

Quali sono le differenze tra la versione semplice OKM II e le varie versioni Studio?

Vengono selezionati per le versioni Studio microfoni che hanno una discrepanza tra il canale sinistro e quello destro inferiore a 0.5 dB. Questa selezione viene effettuata rispetto alle frequenze rilevanti per l’ascolto stereofonico. Il risultato è minimizzare la “channel deviation” garantendo così un suono più trasparente, specialmente per le registrazioni che vengono effettuate in luoghi con una buona acustica.

Quali registrazioni devono essere effettuate con il microfono OKM “Rock/Classic”?

La versione più recente dei microfoni delle serie Rock/Classic utilizza capsule Sennheiser. Con questa versioni è possibile registrare sia musica caratterizzata da una bassa pressione sonora sia musica dalla pressione sonora molto elevata come la musica hard rock. Alcuni strumenti classici come il pianoforte e l’organo sono in grado di riprodurre suoni caratterizzati da una grande gamma dinamica. Se devono essere registrate quindi senza nessuna distorsione sia parti silenziose che parti di musica molto forte il modello adatto è il Rock/Classic.

Dove devo stare durante la registrazione di un concerto?

In genere, si dovrebbe stare vicino al mixer, che normalmente è situato al centro della stanza. Poiché tutti i microfoni binaurali effettuano registrazioni spaziali, l’acustica della stanza è sostanzialmente determinante rispetto alla qualità della registrazione.

A quali applicazioni è destinato l’OKM I?

L’OKM I ha caratteristiche peggiori di sensibilità e di “channel deviation” rispetto alla versione II. È destinato alla registrazione del parlato e della musica per mezzo di dispositivi analogici e registratori di dettatura. L’OKM II e le altre versioni citate sopra sono consigliate per apparecchi di registrazione digitale ad alta qualità, come i piuttosto economici registratori Minidisc.

Verrà registrato il mio battito quando indosso il microfono OKM nelle mie orecchie?

No, le capsule microfoniche sono in sospensione, e non hanno nessun contatto diretto con l’orecchio.

Posso collegare il microfono OKM alla scheda audio del mio computer?

Come nei registratori portatili, i jack microfonici delle schede audio sono in genere dotati di alimentazione. Pertanto i microfoni OKM funzioneranno anche con le schede audio.

Mi piacerebbe collegare io mio OKM con l’A3 adapter al mio stereo di casa. Come può essere fatto e come posso impedire che la batteria dell’A3 venga costantemente scaricata?

L’A3 adapter deve essere solo equipaggiato con un cavo adattatore a Y dotato di uno spinotto jack 3.5mm femmina da un lato e due spinotti RCA maschi dall’altro. È comunque necessario utilizzare ancora la batteria interna dell’adapter.

Le registrazioni microfoniche degli OKM possono essere riprodotte dagli altoparlanti dello stereo di casa?

Se il microfono OKM mentre è stata fatta la registrazione era posizionato nelle orecchie, è consigliata la riproduzione auricolare perché questa consentirà l’esatta riproduzione spaziale tridimensionale di quanto registrato. Dal momento che tutti i microfoni OKM sono omnidirezionali (free sound field) le registrazioni possono essere riprodotte tramite un impianto stereo. Tuttavia questo non fornirà lo stesso effetto spaziale delle cuffie.